COLLABORATORI



Angela Fanti

Istruttore Mindfulness MSBR

Svolgo la mia attività professionale, in qualità di Infermiera, presso il Dipartimento di Salute Mentale,  mi occupo di Riabilitazione delle persone con disturbo mentale.

Mi sono formata, nel 2015, come istruttore di protocolli basati sulla Mindfulness, presso l’Associazione Italiana per la Mindfulness di Milano, i cui fondatori, Giommi e Commellato, allievi diretti di Jon Kabat-Zinn, sono stati tra i primi a portare questa pratica in Italia.

Ho partecipato a ritiri di meditazione Vipassana con Letizia Baglioni e con Henk Barendregt.

Sto seguendo, dal 2014, un percorso di Hatha Yoga e di Meditazione con con Emma Riberi e Marzio De Crema, presso l’Associazione Gati Yoga di Fiorenzuola.

Personalmente ho sempre nutrito un grande interesse per le arti marziali,  ho praticato Karate  per lungo tempo fino al conseguimento della cintura nera e per un certo periodo ho praticato Qwan Ki Do pertanto la Mindfulness si inserisce in un percorso di vita già aperto e ricettivo nei confronti delle discipline orientali.




BRIGITTE BAUER

Docente Ayurvedica

Diplomata all’Istituto Italiano di Ayurveda di Firenze sotto la valida guida di Vaidya Bhagwan Dash e Lalita Kashap, direttori di un ospedale ayurvedico a Nuova Dehli, dove ho praticato vari trattamenti tra cui i Panchakarma (“ i cinque trattamenti” per purificare i l corpo) . A loro devo la scintilla che mi ha fatto amar e questa nobile e antica arte.

Numerosi viaggi in India, fatti con l ’unico scopo di migliorare la conoscenza dell’Ayurveda, mi hanno permesso di stabilire un profondo contatto con questa pratica e farla diventare parte del quotidiano che condivido con la mia famiglia.

A Rishikesh, nell’India del nord, ho continuato le mie ricerche e ho prestato servizi o di massaggi ayurvedi ci in alcuni ashram (luoghi di ritiro spirituale) come lo Sivananda Ashram a Ramjhull a e il Kriyayoga Ashram a Tapovan.

A Bhubaneshwar, in Orissa, ho cominciato a praticare e approfondire i trattamenti ayurvedici sui bambini nella scuola di yoga Prabhuji.

In India l’Ayurveda viene chiamata “la mano della Madre” e, come madre di tre figli, questa parte della mia formazione mi ha appassionato in modo particolare.

CLICCA PER VEDER IL CURRICULUM COMPLETO

https://www.facebook.com/bauer.ayurveda/?fref=ts         Brigitte Bri Bauer

https://www.facebook.com/bauer.ayurveda/?fref=ts         Ayurveda Tradition Brigitte Bauer


Chiara Albero

My Inspired India


Accompagnatrice, e consulenti viaggi.

Mi chiamo Chiara Albero, sono italiana ed ho 48 anni, la mia passione per l’India nacque nel lontano 1990, quando feci il mio primo ingresso nella sacra terra della grande madre India! L’impatto fu così forte che ne conservo tuttora un ricordo vivido e intenso ma non posso dire che fu amore a prima vista! Gli odori forti e pregnanti, la folla, l’anarchia del traffico stradale, l’inquinamento acustico e non solo, miseria, sporcizia: insomma vi erano tutti gli ingredienti per un catastrofico debutto. E invece, una volta arrivata sulla riva del lago di Pushkar (Rajasthan) crollò qualcosa dentro di me e finalmente mi lasciai andare… e l’India mi conquistò! Il desiderio e bisogno di approfondire la conoscenza di questo paese e del suo meraviglioso popolo, mi spinse a orientare il mio percorso universitario verso lo studio della sua storia, della cultura, della religione indù e della lingua hindi, fino alla laurea in “storia dell’India moderna e contemporanea”, presso la facoltà di scienze politiche a Torino, con una tesi sperimentale di ricerca su un tema alquanto dibattuto in India, ma che era praticamente sconosciuto qui in Italia: un ambizioso progetto di sviluppo economico nell’area centrale del paese che prevedeva la realizzazione di imponenti dighe  sul fiume Narmada, in Madya Pradesh e Gujarat, per convogliare acqua alle zone industriali principalmente e solo marginalmente alle popolazioni dell’area desertica del Kutch.  Il progetto finanziato dalla Banca Mondiale comportava tuttavia elevati costi sociali e ambientali, denunciati su più fronti da importanti organizzazioni non governative internazionali e locali, a tal punto che il progetto subì una notevole battuta d’arresto. La mia tesi si occupò proprio dell’analisi di questi aspetti contrastanti della politica economica di sviluppo promossa dall’India fin dai tempi dell’indipendenza dall’impero britannico.  L’intero lavoro di ricerca svolto sul campo mi portò a trascorrere oltre un mese nelle zone interessate del progetto.

In quegli stessi anni mi avvicinai anche alla disciplina dello Yoga, guidata da un Maestro indiano per 10 anni, fino all’ingresso in ashram nel 2000 per ottenere il Diploma di Insegnante Yoga, presso il prestigioso Kaivalyadhama Yoga Institute di Lonavla, (Pune, India), dove soggiornai per oltre 2 mesi, intensi e indimenticabili. Quell’esperienza segnò l’inizio di un nuovo importante capitolo della mia vita, quello dell’insegnamento dello Yoga, a cui mi dedico ininterrottamente da allora.

Non ho mai smesso di viaggiare in India, ed ogni viaggio è stato un arricchimento di grande valore sul piano personale, spirituale, professionale e umano, a tal punto da indurmi a voler mettere a disposizione di chi lo desidera la mia esperienza di viaggiatrice e conoscitrice del mondo indiano in tutte le sue sfumature.

Mi piace raccontare e far conoscere un’India diversa da quella che normalmente si vede viaggiando con i tour operator, perché l’India è sì un paese straordinario, ma che spesso scoraggia e disorienta il viaggiatore (soprattutto la prima volta), mai sufficientemente preparato ad affrontare l’impatto con questa terra. Per questo motivo nei miei viaggi faccio in modo che le persone abbiano il tempo di ambientarsi e di superare lo shock iniziale (pressoché inevitabile), fino a sciogliersi, come successo a me, e finalmente lasciarsi conquistare dalla magica sinfonia di colori, aromi, sguardi, rituali di vita quotidiana, ecc.


ELENA SPERZAGNI

Docente - Fisioterapista

Ho frequentato nel 1990 la formazione triennale di massofisioterapia, successivamente equiparato al titolo di fisioterapista presso il centro di riabilitazione funzionale  “ G. Verdi” di Villanova sull’Arda a Piacenza.

Ho partecipato a numerosi seminari di crescita personale che mi hanno dato la possibilità di accedere a livelli di consapevolezza  che stanno caratterizzando sempre di più il mio approccio alla vita. Da qui l’esigenza portare un cambiamento anche nell’ambito lavorativo mi ha spinta a frequentare la formazione triennale di terapia cranio sacrale biodinamica conclusasi nel 2012, presso il centro di discipline bioenergetiche “ Kalapa” di Milano. Pratico quotidianamente la meditazione di presenza mentale.

Nel 2013 conosco la dottoressa Sophie Ott e comincio a frequentare i suoi seminari sulla psicogenealogia e con la dottoressa Corinne Dewolf imparo la biokinesiologia; questo è un approccio che vede la malattia come una reazione sensata e biologica in risposta ad un elevato livello di stress emozionale e ad una diminuzione del livello di vitalità dell’organismo.

www.spazioindaco.com        

https://www.facebook.com/elena.sperzagni?fref=ts           Elena Sperzagni



Dott.ssa Elena Nazzari

Sono Elena Nazzari, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento cognitivo costruttivista relazionale.

Sono laureata presso l’Università degli Studi di Parma in Psicologia dello Sviluppo: Processi e Contesti Educativi, Clinici e Sociali e specializzata in Psicoterapia presso il Centro Terapia Cognitiva di Como.

Ha svolto il tirocinio professionalizzante presso il Servizio di Psicologia Clinica e della Salute della Casa di Cura San Giacomo di Ponte dell’Olio (Piacenza), dove ha maturato esperienza con pazienti cardiologici, ortopedici e neurologici.

Ha collaborato con il Servizio di Psicologia dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Vaio di Fidenza (Parma), dove ha svolto attività di supporto psicologico alle pazienti ricoverate.

Fin da queste prime esperienze lavorative, ho scoperto e coltivato la mia passione per la psicologia della salute e del benessere, credendo fortemente che lo stato di benessere sia legato alla condizione fisica quanto a quella psicologica della persona.

Lavoro come libera professionista presso uno studio privato dove mi occupo principalmente di percorsi di psicoterapia. Secondo l’orientamento di lavoro che ho scelto e approfondito, fare terapia significa lavorare non solo sui pensieri, ma in particolare sulle emozioni, sulle sensazioni corporee legate agli stati mentali, sui vissuti e sui significati unici che ogni persona può portare rispetto a un’esperienza di vita.

Tutto questo è possibile grazie alla relazione fra terapeuta e paziente, attraverso la quale è possibile sperimentare uno spazio di condivisione non-giudicante, primo passo verso l'accettazione di noi stessi; a sua volta l'accettazione di come siamo è un passaggio essenziale verso il cambiamento desiderato.

Frequento da anni il corso di hatha yoga presso l’associazione Gati Yoga, una pratica che considero molto utile sia per il benessere fisico che mentale. Credo infatti che grazie a questa disciplina sia possibile conoscere meglio sé stessi, scoprendo le proprie risorse e accettando con gentilezza i propri limiti, sia del corpo che della mente.

https://www.facebook.com/elena.nazzari.1        ELENA NAZZARI

https://www.facebook.com/Studio-di-Psicoterapia-Mo...


Dott.re Rajesh Shrivastava

Laureato in scienze naturali presso l’Università di India, Laureato in Medicina Ayurveda presso l’Università di India. Diploma in Yoga presso la Vivekananda Kendra (Yoga Research Institute) di Gwalior e Kanyakumari, India. Un’esperienza specifica nel settore dello Yoga e Ayurveda in diversi anni d’attività professionale. Pratica e volontariato come insegnante di Yoga – presso Vivekananda Kendra (Vivekananda Yoga Research Institute, una delle tre grandi scuole di ricerca di Yoga in India. Ha lavorato come Yoga trainer e consulente in Ayurveda - Chandak Arthropaedic Hospital, Gwalior India con l’incarico di direttore clinico- Ayurveda & Yoga Research Centre e Ayurveda Health Home, Kathmandu, Nepal.

Dal 1998 è in Italia, a Bologna, ha fondato l’Associazione “Namaste India”, e si è attivato nello Yoga e Ayurveda, in collaborazione con Istituto Himalayano di Ricerca in Ayurveda e Associazione nazionale Italia-Nepal Bologna. Ha tenuto centinaia di conferenze, seminari, workshops e corsi sui diversi aspetti dello Yoga e Ayurveda a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Pesaro, Ferrara, Cremona, Verona, Padova e Treviso. In Europa, in Germania e a Praga.

Ha una vasta esperienza di 20 anni nell’insegnamento e applicazione dello Yoga di gruppo e individuale, secondo la costituzione psico-fisica, l’età e i disturbi. Ha studiato e sviluppato diversi programmi di Yoga per il benessere fisico, emozionale, mentale, spirituale, ad esempio Yoga dinamico, Yoga aerobico, Yoga per rilassamento, Yoga per bambini /giovani / coppie / donne / terza età, oltre a molti altri programmi sulla Postura, Respirazione, Pranayama, Rilassamento, Concentrazione e Meditazione.

E’ esperto sia nell’applicazione che nell’insegnamento delle tecniche di massaggio Ayurvedico (Abhyanga). Ha tenuto diversi corsi di massaggio rilassante, massaggio per Vata / Pitta / Kapha, massaggio per neonati / bambini / coppie / anziani.

http://www.namasteindia.it


Riccardo Grosso

Ha incontrato lo yoga nel 1986 e da allora non l'ha più abbandonato. Ha praticato con la M.a Gabriella Cella per 15 anni e nel 1991 ha conseguito presso l'Istituto Surya Chandra Marga, il diploma di insegnante yoga. Da allora ha costantemente insegnato sia nei corsi per adulti, principianti ed allievi presso lo stesso Istituto, fino al 2003. Per oltre un anno ha insegnato yoga presso uno studio medico e in altri centri di Yoga. Continua tuttora la sua pratica di ricerca nella disciplina yoga, nella filosofia e cultura indiana. Sta approfondendo il mantra yoga e la meditazione. 
Ha seguito corsi e incontri di approfondimento con Swami Yogaswarupananda, Giorgio Riberto, Patrick Tomatis, Swami Veeta-mohananda, Marilia Albanese e il ven. Thich Naht Hanh. Pratica costantemente meditazione zen con il sangha italiano del maestro Thich Nhat Han.
Insieme a Silvia Parenti e altri ricercatori, nel 2003 ha fondato il centro Anahata.

www.centroanahata.org


SILVIA ALBAMONTE

Istruttore Mindfulness MSBR

L'incontro con la Mindfulness per me è avvenuto per motivi professionali, ed ha rappresentato un momento di svolta sia sul piano lavorativo che personale. Sono un Educatore  e dal 1991 lavoro al Dipartimento di Salute Mentale. Nel 2015 ho seguito il training per istruttori MBSR organizzato dall'AIM di Milano col quale ho potuto sperimentare personalmente la validità della proposta e l'utilità di prestare attenzione all'esperienza presente, dalla quale siamo distratti oggi dai nostri ritmi e stili di vita.

Dalla pratica personale è nato il desiderio di approfondire i temi della meditazione attraverso la partecipazione ai seminari di Letizia Baglioni ed H. Barendregt e di iniziare un percorso yoga con Emma presso l'associazione Gati Yoga con la quale inizio con gioia la mia collaborazione con la proposta di questo primo corso MBSR.


Silvia Parenti

Ha iniziato a praticare yoga nel 1982 con la M.a Gabriella Cella. Nel 1991 ha conseguito il diploma di insegnante yoga presso il suo istituto, "Yoga Surya Chandra Marga". Per quasi 10 anni ha inseganto nei corsi per anziani indetti dalla Uisp. Dal '91 al '95 ha insegnato presso l'Istituto psicosomatico Riza di Milano. Conduce regolarmente corsi di yoga per adulti, bambini della scuola elementare, per donne in gravidanza e massaggio neonatale. Inoltre ha condotto per diversi anni corsi per adulti presso 'istituto di Gabriella Cella, fino al 2003. Ha seguito corsi di perfezionamento con Patrick Tomatis, Carlo Patrian, Giorgio Riberto, Swami Yogaswarupananda, Marilia Albanese, il ven. Thich Nhat Hanh. Oltre alla costante pratica dello yoga e della meditazione, sta approfondendo il mantra yoga e la scienza dell'ayurveda.
Insieme a Riccardo Grosso e altri ricercatori, nel 2003 ha fondato il centro Anahata.

www.centroanahata.org


prev next