FORMAZIONE TRADIZIONALE 

DI

“OPERATORE MASSAGGIO AYURVEDICO”

.

La formazione sotto indicata avrà un monte a ore di 200 ore è suddivise in 10 incontri, 160ore di formazione presso la sede dell’associazione con i relativi docenti, mentre 40 ore saranno  di pratica a casa con relative schede, e alla fine della formazione l’allievo dovrà presentare un tesina, da discutere con il direttore tecnico.



01 STILI DI MASSAGGIO

1. Sarvabhyanga, massaggio ayurvedico tradizionale con oli caldi.

2. Shirobhyanga, massaggio alla testa.

3.Padabhyanga, massaggio alla pianta dei piedi.

4. Pinda Sweda, trattamento con tamponi.

5. Shirodhara, trattamenti con oli e liquidi sulla testa.



1. Sarvabhyanga tradizionale

Massaggio con olio caldo su tutto il corpo

Secondo Vagbhata ( Astanga Hrdaya: Sutra 2: 7-8 ), una persona che voglia conservare e promuovere la propria salute o prevenire e curare i propri disturbi, dovrebbe utilizzare la terapia del massaggio ogni giorno. Questa terapia ha i seguenti attributi specifici:

1.Previene e corregge i processi di invecchiamento ( jara ).

2.Aiuta la persona a superare la fatica causata da costante lavoro pesante nella vita.

3.Previene e corregge disordini causati da afflizioni del sistema nervoso.

4.Promuove la buona visione.

5.Aiuta il nutrimento del corpo.

6.Promuove la longevità dell’individuo.

7.Aiuta l’individuo a dormire bene.

8.Promuove il vigore dell’individuo.

La morte è inevitabile. Ma la morte precoce e i disturbi causati dal processo di invecchiamento possono essere prevenuti facilmente.

A parte il grigiore dei capelli, le rughe della pelle, il processo di invecchiamento colpisce la vista, la capacità dell’udito, la condizione dei denti, la digestione e il sonno. Le ossa sottostanno a dei cambiamenti che fanno insorgere l’osteo-artrite, la colonna vertebrale diventa debole e i dischi tra le vertebre o divengono calcificati causando rigidità, oppure si distruggono causando uno schiacciamento e dolori alla schiena; cambiamenti degli spondili delle vertebre, che bloccano il movimento e aumentano la rigidità del corpo e per questo creano dolore.

I muscoli del cuore e le arterie perdono la flessibilità creando malattie cardiache, arteriosclerosi e pressione sanguigna elevata. L’afflusso normale del sangue, a causa delle alterazioni nelle arterie  viene colpito, facendo insorgere la degenerazione senile dei tessuti celebrali.

Per queste cause , durante l’età avanzata le persone soffrono di insonnia e mancanza di memoria. Tutto questo si previene o cura attraverso il massaggio tradizionale ayurvedico.


2. Shirobhyanga- il massaggio alla testa

La testa è l’organo più importante del nostro corpo, in quanto tutti i sensi e organi dei sensi quali occhi, naso, orecchie, lingua e pelle si trovano in essi. In aggiunta del massaggio su tutto il corpo, in alcune circostanze , il massaggio su una parte specifica risulta molto utile. Per questo il massaggio della testa provvede al nutrimento di tutti questi sensi e promuove le loro funzioni naturali e normali.

Il massaggio praticato sulla testa è particolarmente utile perché:

1.Previene e cura il mal di testa.

2.Previene e cura la caduta dei capelli.

3.Previene e cura la calvizie.

4.Rende forte la radice del capello.

5.Previene e cura il precoce grigiore dei capelli.

6.Rende i capelli morbidi lucenti e morbidi.

7.Previene e cura gli errori di rifrazione degli occhi.

8.Promuove la carnagione del viso.

9.Dona alla persona un sonno sano.


3. Padabhyanga- il massaggio alla pianta dei piedi

Vagbhata ( Astanga-hrdaya: Uttara tantra: 15: 66-67 ) ha fornito una bellissima descrizione sull’effetto del massaggio praticato alla pianta dei piedi. Stando alla sua teoria, esistono quattro importanti nervi situati sotto la pianta dei piedi, collegati con la testa.

A causa del caldo, dell’attrito e dell’eccessiva pressione sulla pianta dei piedi, questi nervi subiscono dei disturbi che causano la riduzione della vista nella persona. Se viene fatto un massaggio, alla radice di questi nervi  nella pianta dei piedi  con regolarità, la persona non soffrirà di disturbi agli occhi causati dalla presenza di prodotti di rifiuto aderenti agli elementi tissutali.

E’ molto utile ricevere un massaggio alle piante dei piedi prima di andare al letto.

Questo è un modo eccellente per prevenire e curare la secchezza , l’intorpidimento, la ruvidezza, la mancanza di sensibilità , le screpolature e la fatica delle piante dei piedi.

Questo massaggio favorisce la forza per camminare e correre, e dà vigore agli arti. Cura la sciatica, aiuta nel caso di crampi e contrazioni dei legamenti, inoltre cura i vasi e i muscoli degli arti inferiori.


4. Pinda Sweda-Teoria e pratica dei tamponi

Questo trattamento si effettua con tamponi riempiti di spezie e riso composti in maniera differenziata a seconda del dosha da armonizzare. I tamponi Pinda  vengono poi immersi nell’olio caldo. I benefici che si ottengono sono: una profonda disintossicazione, l’eliminazione graduale e progressiva dei radicali liberi.
Notevoli sono anche gli effetti sul drenaggio e la stimolazione dei tessuti per lo scioglimento dei grassi in eccesso.

Contribuisce a sciogliere contratture e tensioni. Speciale per il mal di schiena e le tensioni addominali. Allevia dolori cervicali, lombari, articolari, reumatici, mestruali. Rilassa e migliora la circolazione. Dona calore rilassando profondamente.


5. Shirodhara

shiro = testa
Dhara = far colare un filo d'olio.

Shirodhara è un tipico trattamento dell'Ayurveda che viene effettuato sulla fronte del paziente con olio.
Dopo aver praticato un massaggio completo il ricevente si sdraia in posizione supina, mentre i terapisti preparano il Dhara-patra (un recipiente con un buco sul fondo usato per il Dhara) e olio tiepido. Una cordicella con un nodo viene inserita nel Dhara-patra (per non farla scivolare fuori) e l'altro capo viene fuori dal buco per condurre l'olio. Il Dhara-patra viene riempito di olio tiepido e la temperatura verrà controllata costantemente dai terapisti.

La pratica di Shirodhara molte volte viene aggiunta alle procedure del Panchakarma per pacificare Vata, in partcicolare prana vayu (energia vitale). Calma il sistema nervoso centrale, aquieta la mente e i sensi che permettono al naturale meccanismo di guarigione del corpo di dissolvere gli stress presenti nel sistema nervoso, migliorando la chiarezza mentale e la comprensione.

Inoltre lo shirodhara è una terapia eccellente per la cura di molti disturbi che sono in relazione alla testa, al collo agli occhi, alle orecchie, al naso e alla gola.

E’ molto indicato anche per pazienti affetti di insonnia da lungo tempo e da schizofrenia.

Aiuta a disintossicare la mente da pensieri, eventi ed emozioni non digeriti e trattenuti. Genera una sensazione di rinascita. Libera l'energia racchiusa nel corpo. Rilassa il viso e apre i canali energetici della testa. L'area del "terzo occhio" o "Ajna chakra", sulla quale scorre flusso d’olio, in Ayurveda è collegata alla produzione della serotonina che stimola il senso del piacere e del rilassamento.


02 PARTE TEORICA PREVISTA NELL’ ANNO DI FORMAZIONE

•  Introduzione all’Ayurveda, mitologia, principi e filosofia.

• Astanga Ayurveda, le otto principali specializzazioni cliniche della medicina.

• Panca Mahabhuta, i cinque elementi basici.

• I Tridosha, i principi, gli squilibri, e come equilibrarli.

• Prakriti, costituzione psicomatica.

• I Dhatu, i sette strati tissutali e loro principi

• I Mala, i rifiuti, e i loro principi.

• Gli Agni, le tossine e loro principi.

• Gli Srota, i canali di circolazione

• Introduzione alla diagnostica, i Dosha e la lettura del polso

• Introduzione al Purvakarma e Panchakarma: le depurazioni profonde e i programmi di

    ringiovanimento

• Preparazione degli oli e sostanze da usare per il massaggio.

• Erboristeria, lo studio delle principali erbe curative indiane

• Deontologia: riferimenti, norme, codici, ruoli, confini e abusi.

•Mente, corpo e relazione, il concetto di salute e benessere, il tocco, il contatto, e il dolore, e la

   consapevolezza dell’operatore

• Yama e Nyama applicati nella funzione dell’operatore ayurvedico

• Anatomia & Fisiologia – Introduzione ai principi di base

• Yoga e Ayurveda, la stretta connessione e l’importanza dello Yoga e della comprensione del legame delle asana con i Dosha


03 DATE       

1° - 26/27 Gennaio 2019        

2° - 23/24 Febbraio 2019

3° - 30/31 Marzo 2019

4° - 27/28 Aprile 2019

5° -  4/5 Maggio 2019          

6° - 22/23 giugno 2019          

7° - 28/29 Settembre 2019                                      

8° - 26/ 27 Ottobre 2019      

9° - 16/17 Novembre 2019

10° - 14/15 Dicembre 2019

04 DESCRIZIONE INCONTRI

1 ° INCONTRO

Sabato 26 Gennaio 2019

Introduzione al ayurveda, Principi fondamentali.

Teoria e pratica Sarvabhyanga tradizionale 4 mani.

Docente: Brie Bauer

Domenica 27 Gennaio 2019

Ayurveda, principi, Asthanga Ayurveda, Mahabhuta e Tridosha

Docente: Dott. Rajesh Shrivastava

2 ° INCONTRO

23/24 febbraio 2019

Anatomia e Fisiologia

Docente: Dott.ssa Elena Sperzagni

3 ° INCONTRO

30/31 Marzo 2019

Prakriti, Dosha, Dathu, Mala,  Srota, Cikitsa, Pancha Karma e i tratti positivi di ogni Dosha e come equilibrarli, introduzione alla lettura del polso

Docente: Dott. Rajesh Shrivastava

4 ° INCONTRO

27/28 Aprile 2019

Teoria e pratica:Sarvabhyanga 2 mani, Shirobhyanga e Padabhyanga

Docente: Brie Bauer

 

5 ° INCONTRO

 4/5 Maggio 2019

La teoria della creazione - I sette Dhatu.

Teoria e pratica Shirodhara.

Approfondimento e pratica del massaggio Sarvabhyanga.

Docente: Brie Bauer

6 ° INCONTRO

22/23 Giugno 2019

Yoga e Ayurveda, Vata e Pitta

Docente: Dott. Rajesh Shrivastava

7 ° INCONTRO

28 Settembre 2019

Mente, Corpo e Relazione - Docente: Dott.ssa Elena Nazzari

29 Settembre 2019

Pancha Kosha, Ayurveda e Yoga, Kapha.

Docente: Dott. Rajesh Shrivastava

8 ° INCONTRO

26/27 Ottobre 2019

I Mala, gli Agni, l'Ama e le 13 categorie di Srota

Teoria e Pratica dei tamponi Pinda Sweda

Docente: Brie Bauer

9 ° INCONTRO

16/17 Novembre 2019

Erboristeria Ayurvedica, oli e ghee

Docente: Brie Bauer

10 ° INCONTRO

14/15 Dicembre 2019

Deontologia nel campo della salute e del benessere (4ore)

Docente: Dott.ssa Elena Nazzari

Discussione Tesina Docente: Brie Bauer

Consegna Diplomi



05 IL CORPO DOCENTI

Brigitte Bauer


Diplomata all’Istituto Italiano di Ayurveda di Firenze sotto la valida guida di Vaidya Bhagwan Dash e Lalita Kashap, direttori di un ospedale ayurvedico a Nuova Dehli, dove ho praticato vari trattamenti tra cui i Panchakarma (“ i cinque trattamenti” per purificare i l corpo) . A loro devo la scintilla che mi ha fatto amar e questa nobile e antica arte.

Numerosi viaggi in India, fatti con l ’unico scopo di migliorare la conoscenza dell’Ayurveda, mi hanno permesso di stabilire un profondo contatto con questa pratica e farla diventare parte del quotidiano che condivido con la mia famiglia.

A Rishikesh, nell’India del nord, ho continuato le mie ricerche e ho prestato servizi o di massaggi ayurvedi ci in alcuni ashram (luoghi di ritiro spirituale) come lo Sivananda Ashram a Ramjhull a e il Kriyayoga Ashram a Tapovan.

A Bhubaneshwar, in Orissa, ho cominciato a praticare e approfondire i trattamenti ayurvedici sui bambini nella scuola di yoga Prabhuji.

In India l’Ayurveda viene chiamata “la mano della Madre” e, come madre di tre figli, questa parte della mia formazione mi ha appassionato in modo particolare.

https://www.facebook.com/bauer.ayurveda/?fref=ts   Brigitte Bri Bauer

https://www.facebook.com/bauer.ayurveda/?fref=ts   Ayurveda Tradition Brigitte Bauer


Dott.re Rajesh Shrivastava


Laureato in scienze naturali presso l’Università di India, Laureato in Medicina Ayurveda presso l’Università di India. Diploma in Yoga presso la Vivekananda Kendra (Yoga Research Institute) di Gwalior e Kanyakumari, India. Un’esperienza specifica nel settore dello Yoga e Ayurveda in diversi anni d’attività professionale. Pratica e volontariato come insegnante di Yoga – presso Vivekananda Kendra (Vivekananda Yoga Research Institute, una delle tre grandi scuole di ricerca di Yoga in India. Ha lavorato come Yoga trainer e consulente in Ayurveda - Chandak Arthropaedic Hospital, Gwalior India con l’incarico di direttore clinico- Ayurveda & Yoga Research Centre e Ayurveda Health Home, Kathmandu, Nepal.

Dal 1998 è in Italia, a Bologna, ha fondato l’Associazione “Namaste India”, e si è attivato nello Yoga e Ayurveda, in collaborazione con Istituto Himalayano di Ricerca in Ayurveda e Associazione nazionale Italia-Nepal Bologna. Ha tenuto centinaia di conferenze, seminari, workshops e corsi sui diversi aspetti dello Yoga e Ayurveda a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Pesaro, Ferrara, Cremona, Verona, Padova e Treviso. In Europa, in Germania e a Praga.

Ha una vasta esperienza di 20 anni nell’insegnamento e applicazione dello Yoga di gruppo e individuale, secondo la costituzione psico-fisica, l’età e i disturbi. Ha studiato e sviluppato diversi programmi di Yoga per il benessere fisico, emozionale, mentale, spirituale, ad esempio Yoga dinamico, Yoga aerobico, Yoga per rilassamento, Yoga per bambini /giovani / coppie / donne / terza età, oltre a molti altri programmi sulla Postura, Respirazione, Pranayama, Rilassamento, Concentrazione e Meditazione.

E’ esperto sia nell’applicazione che nell’insegnamento delle tecniche di massaggio Ayurvedico (Abhyanga). Ha tenuto diversi corsi di massaggio rilassante, massaggio per Vata / Pitta / Kapha, massaggio per neonati / bambini / coppie / anziani.

http://www.namasteindia.it


Elena Sperzagni


Ho frequentato nel 1990 la formazione triennale di massofisioterapia, successivamente equiparato al titolo di fisioterapista presso il centro di riabilitazione funzionale  “ G. Verdi” di Villanova sull’Arda a Piacenza.

Ho partecipato a numerosi seminari di crescita personale che mi hanno dato la possibilità di accedere a livelli di consapevolezza  che stanno caratterizzando sempre di più il mio approccio alla vita. Da qui l’esigenza portare un cambiamento anche nell’ambito lavorativo mi ha spinta a frequentare la formazione triennale di terapia cranio sacrale biodinamica conclusasi nel 2012, presso il centro di discipline bioenergetiche “ Kalapa” di Milano. Pratico quotidianamente la meditazione di presenza mentale.

Nel 2013 conosco la dottoressa Sophie Ott e comincio a frequentare i suoi seminari sulla psicogenealogia e con la dottoressa Corinne Dewolf imparo la biokinesiologia; questo è un approccio che vede la malattia come una reazione sensata e biologica in risposta ad un elevato livello di stress emozionale e ad una diminuzione del livello di vitalità dell’organismo.

www.spazioindaco.com      

https://www.facebook.com/elena.sperzagni?fref=ts      Elena Sperzagni


Dott.ssa Elena Nazzari

 

Sono Elena Nazzari, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento cognitivo costruttivista relazionale.

Sono laureata presso l’Università degli Studi di Parma in Psicologia dello Sviluppo: Processi e Contesti Educativi, Clinici e Sociali e specializzata in Psicoterapia presso il Centro Terapia Cognitiva di Como.

Ha svolto il tirocinio professionalizzante presso il Servizio di Psicologia Clinica e della Salute della Casa di Cura San Giacomo di Ponte dell’Olio (Piacenza), dove ha maturato esperienza con pazienti cardiologici, ortopedici e neurologici.

Ha collaborato con il Servizio di Psicologia dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Vaio di Fidenza (Parma), dove ha svolto attività di supporto psicologico alle pazienti ricoverate.

Fin da queste prime esperienze lavorative, ho scoperto e coltivato la mia passione per la psicologia della salute e del benessere, credendo fortemente che lo stato di benessere sia legato alla condizione fisica quanto a quella psicologica della persona.

Lavoro come libera professionista presso uno studio privato dove mi occupo principalmente di percorsi di psicoterapia. Secondo l’orientamento di lavoro che ho scelto e approfondito, fare terapia significa lavorare non solo sui pensieri, ma in particolare sulle emozioni, sulle sensazioni corporee legate agli stati mentali, sui vissuti e sui significati unici che ogni persona può portare rispetto a un’esperienza di vita.

Tutto questo è possibile grazie alla relazione fra terapeuta e paziente, attraverso la quale è possibile sperimentare uno spazio di condivisione non-giudicante, primo passo verso l'accettazione di noi stessi; a sua volta l'accettazione di come siamo è un passaggio essenziale verso il cambiamento desiderato.

Frequento da anni il corso di hatha yoga presso l’associazione Gati Yoga, una pratica che considero molto utile sia per il benessere fisico che mentale. Credo infatti che grazie a questa disciplina sia possibile conoscere meglio sé stessi, scoprendo le proprie risorse e accettando con gentilezza i propri limiti, sia del corpo che della mente.

https://www.facebook.com/elena.nazzari.1        ELENA NAZZARI

https://www.facebook.com/Studio-di-Psicoterapia-Mo...


Emma Riberi

 

Cofondatore dell’associazione Gati Yoga. Nel 2002 scopro lo yoga e  inizia così il mio cammino . Dopo anni di pratica costante, nel giugno del 2010 mi diplomo in India, al prestigioso Ospedale Ayurvedico-College Kajvalyadhama, (tra i 4 istituti riconosciuti dal Governo Indiano per diffondere e mantenere la disciplina dello yoga tradizionale), come Insegnante Yoga. Inizio ad insegnare nell’associazione dove ho sempre praticato da allieva, e alla fine dell’anno incontro il Maestro Swami Skankarananda  Giri e prendo l'iniziazione al Kriya Yoga. Nel  settembre 2011  insieme a altri membri divento co-fondatrice dell’Associazione Gati Yoga, dove insegno regolarmente yoga tutt’ora. Nel 2012, con grande gioia ho iniziato il percorso con la Maestra Gabriella Cella, e nel luglio 2016 mi sono diplomata come insegnante di Yoga Ratna.  Continuo la mia formazione attenta nella scelta dei corsi di aggiornamento, che sento utili a migliorare il mio cammino, e di conseguenza quello degli allievi dell’Associazione. Per questo motivo mi interessava un percorso di Ayurveda, antica saggezza che si integra totalmente con lo Yoga, perché è rivolto sempre all’equilibrio, al benessere psico-fisico della persona.

www.gatiyoga.it


MARZIO DE CREMA


Presidente e fondatore dell’Ass. Gati Yoga. Ricercatore spirituale, insegnante yoga SIYR, e discepolo diretto di Swami Shankarananda Giri. Ho iniziato questa ricerca interiore nel 2005, prima con letture, e pratiche personali successivamente mi avvicinai direttamente allo yoga e all’ayurveda, trovando tantissimi benefici, dopo vari studi e ricerche sulla meditazione nel 2009 ebbi la fortuna di incontrare Swami Skankarananda  Giri prendendo l'iniziazione al Kriya Yoga che diventò una costante della mia vita quotidiana.

E dopo aver sperimentato diversi stili di yoga, e aver conosciuto la Maestra Gabriella Cella nel 2012 inizia il percorso di formazione con lei diplomandomi nel 2016. E visto l’importanza dell’ayurveda, e la mia scarsa conoscenza, ora mi trovo qua a intraprendere questo percorso che per diversi anni avevo accantonato per dar spazio ad una ricerca di uno stile di vita alcalino, che alla fine mi riportato ad uno stile Sattvico, elevato, puro, sostanzialmente Ayurvedico.

www.gatiyoga.it

www.benessereeacquaalcalina.it

https://www.facebook.com/profile.php?id=1000079558...          


06.NOTE GENERALI

•Tutti i 10 moduli si svolgeranno nei weekend programmati dalle 9:00 alle 18:00

E’ obbligatorio il certificato medico per attività sportiva non agonistico

•Si può fare l’intera formazione o partecipare ai singoli moduli

• Alla fine di ogni modulo verrà rilasciato l’attestato di partecipazione riguardante il modulo frequentato, per chi parteciperà ai singoli incontri

• Alla fine del percorso verrà rilasciato il diploma come “Operatore Massaggio Ayurvedico” riconosciuto a livello nazionale dal CSEN (settore olistico).

• Il diploma potrà essere riconosciuto direttamente dal CSEN, facendone richiesta, o da qualsiasi altro ente nazionale.

• Tutti i moduli possono essere seguiti individualmente e genereranno crediti accumulabili in percorsi di formazione futuri.

• Ogni partecipante per le pratiche dovrà portarsi: teli, lenzuola e plaid, materiale didattico: block notes, biro, ecc… e vestirsi con abiti comodi.

• La formazione si farà da un minimo di 8 persone.

• Al percorso sopra citato per raggiungere il monte ore di 200 ore l’allievo dovrà svolgere 40 ore di     pratica a casa con schede di praticantato.

• Al termine della formazione dovrà  presentare una tesina da discutere.

• Per il conseguimento del diploma bisogna aver partecipato all’ 80% del percorso formativo di 160 ore, e aver fatto tutte le 40 ore di praticantato.

• Se per vari motivi la presenza fosse sotto all’80%, c’è la possibilità di recuperare i week persi e conseguire il diploma nella successiva formazione.

L’OPERATORE FORMATO DA GATI YOGA

• Acquisisce, metodi e tecniche puramente tradizionali, e classiche ayurvediche, da docenti che hanno appreso da maestri tradizionali indiani.

•Nel percorso formativo acquisisce una visione ampia dell’Ayurveda sotto tutti gli aspetti, e una padronanza nel massaggio e nei vari trattamenti, e acquisisce le varie leggi e/o normative che regolamentano il settore.

• Acquisisce una maggiore consapevolezza del proprio atteggiamento posturale- psicologico,   migliori capacità di ascolto e dialogo, nella relazione con il cliente, sensibilizzando l’approccio  alla salute che comporta: amore e rispetto per se stessi e per gli alti, pace interiore e gioia di essere, e rispetto per la natura e per l’ambiente di vita.

Sbocchi lavorativi: Centri benessere, istituti di bellezza, studi e centri dedicati al benessere naturale, centri olistici, terme, beauty e  SPA.                                                     

07.LOCATION

La Formazione si svolgerà presso i locali dell’Associazione Gati Yoga, a Fiorenzuola d’Arda in Via Corridoni n°9

Per chi viene in auto uscita a Fiorenzuola d’Arda sull’autostrada A1 MI-BO, proseguire per la statale direzione Fiorenzuola d’Arda per 6 km, a Fiorenzuola svoltate a Sx al primo semaforo, proseguire per 300m e sulla vostra sinistra troverete l’ospedale, e successivamente svoltate a sx in Viale Corridoni, l’associazione si trova subito sulla destra, per parcheggiare potete girare subito a dx oppure a sx dietro l’ospedale..

Per chi viene in treno sulla tratta Mi-Bo scendere a Fiorenzuola d’Arda, l’associazione si trova in linea d’aria a 700m di distanza, usciti dalla stazione andare a dx, al primo incrocio svoltare a dx, e poi alla seconda a dx in Viale Corridoni, prima palazzina lato dx.


08.NOTE GENERALI SUI RICOSCIMENTI A LIVELLO NAZIONALE

Iscrivendosi contestualmente ad inizio corso a Gati Yoga - scuola accreditata e affiliata Csen ed appartenente al Settore Olistico Benessere Csen – l’allievo iscritto al corso avra’ una tessera annuale Socio Base Csen, e Gati Yoga, e una volta terminata la formazione e diplomatosi, potrà richiedere il riconoscimento Nazionale, tramite il CSEN o altri organi associazioni certificanti.

Il nostro programma di formazione è riconosciuto a livello nazionale  dal CSEN settore olistico.

E avrà diritto a passare alla seconda annualità, per iniziare il percorso formativo di 450 ore per diventare “Operatore Ayurveda Tradizionale”,

Per maggiori informazioni sui titoli e qualifiche Csen

• Settore Olistico Benessere Csen:

http://www.csen.it/attivita-olistica.html        www.csen.it

09.BENEFICI E VANTAGGI DELLA NOSTRA SCUOLA

• Una formazione puramente tradizionale,

• Una figura professionale riconosciuta, in base alle leggi vigenti.

• Attestata professionalità con garanzie di qualità.

• La possibilità di avere più riconoscimenti a livello nazionale, essendo già riconosciuto dall’CSEN

10.COSTI

Anno accademico completo di dieci fine settimana 1590€ (Tessera associativa compresa)

• Un corso fine settimanale 190€ per gli associati, 200€ per i non associati (ESCLUSI IL 4 E IL 5 WEEKEND)

• La priorità dei posti prima sarà assegnata in sequenza, primo a chi fa tutta la formazione, secondo a chi partecipa al singolo incontro(weekend).


11 MODALITA' E PROMOZIONI

 PROMOZIONE 

 1490€ Promozione valida fino al 31 Novembre 2017 

300€ di acconto da versare entro 48 ore dalla prenotazione e non oltre il 31 novembre.

Il restante importo verrà dilazionato in 3 rate :

300 euro entro 48 ore dall’inizio del primo incontro,

300 euro entro 48 ore dall’inizio del secondo incontro,

300 euro entro 48 ore dall’inizio del terzo incontro,

292  euro entro 48 ore dall’inizio del quarto incontro

Per un totale di 1490 euro.


 1590€ prezzo intero: 

300€ di acconto da versare entro 48 ore dalla prenotazione e non oltre il 31 dicembre.

Il restante importo verrà dilazionato in 3 rate :

300 euro entro 48 ore dall’inizio del primo incontro,

300 euro entro 48 ore dall’inizio del secondo incontro,

300 euro entro 48 ore dall’inizio del terzo incontro,

390 euro entro 48 ore dall’inizio del quarto incontro,

Per un totale di 1590 euro.

Tramite bonifico bancario :


Titolare conto: ASD GATI  YOGA
IBAN IT57Q0335901600100000139390
BANCA PROSSIMA S.p.a cod.05000 di Milano

Specificare:

1. il nominativo,

2. la causale (formazione), 

3. numero di acconto (primo, secondo, ecc...) o saldo.


Per informazioni e prenotazioni :

Marzio 338 86 22 702